In ogni nostra bottiglia

il nostro territorio

 

"Dalla voglia di valorizzare il nostro territorio, dalla necessità di non disperdere la nostra importante tradizione vitivinicola, dal dovere di non stravolgere la nostra storia e le nostre radici, nascono i nostri vini lavorando costantemente per migliorarne la qualità"

                                                               Massimiliano Croci

 

I nostri vini sono ottenuti dalla vinificazione di uve provenienti esclusivamente dai vigneti della nostra azienda, il terreno argilloso produce una bassa quantità a favore della qualità.
Le uve sono rigorosamente raccolte e selezionate a mano per garantire un elevata caratteristica di prodotto.

La produzione è limitata.

 

SPONTANEAMENTE FRIZZANTE “Sur Lie”

 

 Abbiamo scelto di mantenere questo metodo di vinificazione secondo la migliore tradizione delle colline Piacentine. Il “sur lie”, dal francese “sui lieviti” è una vinificazione artigianale, a rifermentazione in bottiglia con i lieviti naturali che si depositano sul fondo, dopo aver trasformato gli zuccheri residui in anidride carbonica. I vini “sur lie” fermentando a lungo in bottiglia, acquistano dalla particolare convivenza con i lieviti caratteristiche organolettiche davvero uniche. Si distinguono nettamente dagli altri frizzanti per le bollicine finissime che accarezzano il palato, per il delicato sentore di lieviti e per il gusto asciutto e piacevolmente amarognolo.

 

  L’affinamento

 I vini “sur lie” vengono imbottigliati in primavera e dopo un periodo di maturazione, il vino, diventato frizzante, è completamente sviluppato e pronto da bere verso la fine dell’estate. All'inizio si avvertono gentili sapori fruttati uniti a forti sentori di lievito. In seguito i vini acquisisco maggiore finezza e complessità. Il miglior periodo per il consumo può variare in base alle annate ma in generale è l’anno successivo all'imbottigliamento. Questo particolare metodo di vinificazione e rifermentazione permette di avere vini frizzanti molto longevi apprezzandone così l’evoluzione negli anni.

 

Il servizio 

 Se si vuole eliminare la leggera velatura finale versare con delicatezza evitando scosse oppure scaraffarlo poco prima. A piacere è possibile anche agitare la bottiglia rendendo la velatura omogenea in tutto il vino.